WordPress 5.5: ricerca, velocità e sicurezza! Ecco le novità.

WordPress 5.5: ricerca, velocità e sicurezza! Questi sono i tre punti e focus su cui si basa questa nuova versione del CMS più utilizzato al mondo. Dall’ultima volta che vi abbiamo parlato di questa versione non è passato molto tempo, anzi non è passato neanche un mese, ma da allora tante sono state le novità e i miglioramenti apportati a questa versione.

Come al solito, noi di InsiDevCode siamo qui per raccontarvi quelle che sono le novità e quello che potreste trovare all’interno di questa nuova versione. Quindi mettetevi comodi e andiamo a scoprire insieme che cosa porta con se WordPress 5.5.

WordPress 5.5: ricerca

Grazie alla nuova versione WordPress 5.5, da ora in poi per impostazione predefinita viene inclusa una mappa del sito in XML che aiuterà i motori di ricerca a scoprire le tue pagine più importanti sin dal primo minuto che queste vanno online. Quindi non appena cliccate sul pulsante Pubblica, questo contenuto sarà inserito nella sitemap del vostro sito.

WordPress 5.5: velocità

Gli articoli e le pagine, grazie al lavoro fatto sotto la scocca di WordPress 5.5 si apriranno molto più velocemente, grazie al caricamento differito delle immagini. Come sapete, se c’è una cosa che ha sempre influenzato la velocità di un sito, queste sono i video e le immagine. Infatti, le immagini hanno un grande impatto sia a livello visivo quando si raccontato qualcosa, ma talvolta rendono lento il tuo sito.

Nella nuova versione di WordPress le immagini attendono di essere caricate finché, durante lo scorrimento, sono quasi sul punto di essere mostrate. Il termine tecnico è “caricamento differito” (“lazy loading“).

Sui dispositivi mobili il caricamento differito può anche impedire ai browser di caricare file destinati ad altri dispositivi.

WordPress 5.5: sicurezza

Come vi avevamo anticipato nel post dedicato a WordPress 5.5 beta 2, con questo aggiornamento il team avrebbe lavorato alla funzione dedicata agli aggiornamenti automatici per plugin e temi.

Sostanzialmente, da ora in poi potrete decidere attraverso l’area di amministrazione dei plugin e dei temi se far partire l’aggiornamento automaticamente oppure no. In questo modo il team impegnato nello sviluppo e il mantenimento del CMS WordPress cerca di aiutare chi a volte in modo sbadato lascia per settimane o mesi plugin e temi senza aggiornarli, grazie a questa funzionalità saprete sempre che il vostro sito ha questi componenti aggiornate e che sta utilizzando l’ultima versione disponibile.

Attenzione, questa funzione si può attivare o disattivare per ogni plugin o tema che è stato installato.

Inoltre, in WordPress 5.5 è stata aggiornata anche la funzione per caricando file ZIP. Questa funzionalità corre nell’aiuto di coloro che si sentono più sicuri nell’aggiornare a mano plugin e temi, infatti da ora in poi è ancora più semplice: vi basterà caricare un file in formato ZIP.

WordPress 5.5: novità per l’editor a blocchi Gutenberg

Da quando è stato introdotto il nuovo editore a blocchi Gutenberg, il team impegnato nello sviluppo di questa funzionalità cerca di aggiornarla con costanza e apportando un sacco di novità interessanti di volta in volta. Questa tradizione viene mantenuta anche per WordPress 5.5, che porta con se nuove e interessanti caratteristiche per l’editor a blocchi.

Ecco alcuni esempio:

  • Modelli di blocchi:
    I nuovi modelli di blocchi rendono semplice e divertente creare layout sofisticati e gradevoli
    , usando combinazioni di testo e media che puoi mettere insieme e adattare alla tua storia.
    Troverai anche modelli di blocchi in un’ampia varietà di plugin e temi, a cui se ne aggiungono sempre di nuovi. Scegli uno di essi da un unico posto, ti basta un clic e via!
  • Modifica delle immagini in linea:
    Taglia, ruota e ingrandisci le tue foto direttamente dal blocco Immagine. Se impieghi un sacco di tempo sulle immagini, questa funzione può farti risparmiare ore!
  • La nuova directory dei blocchi:
    Ora è più semplice che mai trovare i blocchi che ti servono. La nuova directory dei blocchi è integrata direttamente nell’editor a blocchi, così puoi installare nel tuo sito nuovi tipi di blocchi senza neanche uscire dall’editor.

E molto altro:
Le novità introdotte nell’editore a blocchi sono tantissime, quelle elencate qui sopra sono solo una piccola parte delle caratteristiche del nuovo editor a blocchi. Per scoprirle tutte, vi basta apri l’editor a blocchi e divertirvi.

Non vogliamo farvi l’elenco completo, perché vogliamo sfidarvi nel trovare le novità. Diciamo che vogliamo lanciare una caccia al tesoro, così poi nei commenti qui sotto ci elencate tutti i nuovi blocchi introdotti con WordPress 5.5. Questo significa che aspettiamo i vostri commenti qui sotto.

WordPress 5.5: accessibilità

C’è un’altra tradizione che accompagna ogni aggiornamento di WordPress, questa tradizione è dedicata ai miglioramenti all’esperienza di pubblicazione accessibile. Da ora poi potrete copiare con un pulsante i link nelle schermate dei media e nelle finestre modali, invece di tentare di evidenziare una riga di testo.

WordPress 5.5 vi permette anche di spostare i riquadri meta attraverso la tastiera e modificare le immagini in WordPress, come potete verificare nelle istruzioni dell’editor delle immagini.

WordPress 5.5: per gli sviluppatori

Come tutte le versioni di WordPress, pure la versione 5.5 introduce molti cambiamenti dedicati agli sviluppatori.

  • Blocchi registrati lato server nella REST API
    L’aggiunta di endpoint ai tipi di blocchi significa che le app Javascript (come l’editor a blocchi) possono recuperare le definizioni per qualunque blocco registrato sul server.
  • Dashicons
    La libreria Dashicons è stata aggiornata all’ultima versione con WordPress 5.5. Sono state aggiunte 39 icone per l’editor a blocchi assieme ad altre 26.
  • Definire gli ambienti
    Adesso WordPress ha un modo standardizzato per definire il tipo di ambiente di un sito (staging, produzione, ecc.). Recupera quel tipo con wp_get_environment_type() ed esegui solo il codice adatto.
  • Passare i dati ai file dei template
    Le funzioni di caricamento dei template (get_header(), get_template_part(), ecc.) hanno un nuovo argomento $args. In questo modo puoi passare tutti i dati di un intero array a quei template.

Altri cambiamenti per gli sviluppatori

  1. La libreria PHPMailer ha ricevuto un aggiornamento importante, la cui versione passa da 5.2.27 a 6.1.6.
  2. Ora si ha un controllo più preciso di redirect_guess_404_permalink().
  3. I siti che utilizzano OPcache di PHP vedranno, durante gli aggiornamenti (inclusi i plugin e i temi), un invalidamento della cache più affidabile, grazie alla nuova funzione wp_opcache_invalidate().
  4. Gli articoli personalizzati, associati alla tassonomia di categoria, possono ora optare per il supporto del termine predefinito.
  5. Ora è possibile specificare i termini predefiniti per le tassonomie personalizzate in register_taxonomy().
  6. La REST API ora supporta ufficialmente la specifica dei valori predefiniti dei metadati tramite register_meta().
  7. Sono state introdotte le versioni aggiornate di queste librerie: SimplePie, Twemoji, Masonry, imagesLoaded, getID3, Moment.js e clipboard.js.

Per altre informazioni dedicate agli sviluppatore, vi consigliamo di dare un’occhiata alla Guida per argomento!
C’è anche molto di più di quello che vi abbiamo elencato nella versione 5.5 di WordPress e voi sviluppatori sicuramente le amerete. Per saperne di più e imparare come far risaltare queste modifiche nei vostri siti, temi, plugin e altro, consultate la Guida di WordPress 5.5.

Conclusione

Insomma questo è il nuovo WordPress 5.5 stabile, che porta con se tantissime novità per quello che riguarda il CMS in se, ma allo stesso tempo migliora ancor di più l’editor Gutenberg. Adesso noi aspettiamo qui sotto i vostri commenti e le vostre impressioni sull’editor Gutenberg e allo stesso tempo vogliamo sapere che cosa ne pensate di questa nuova versione 5.5 di WordPress?

Seguiteci anche su Facebook, Tumblr, Twitter e Telegram, per restare sempre in contatto con noi e con le nostre guide.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cerca

Seguici

Live da Facebook
Live da Twitter
Seguici su Telegram
Canale InsiDevCode Telegram