AngularJS 2: verso la Final Release

AngularJS 2

Manca veramente poco alla release finale di AngularJS 2, la nuova versione del Framework di Google basato su Javascript (in Angular 1) e TypeScript (in Angular 2).

Questa nuova versione rompe nettamente con il passato, utilizzando un approccio completamente diverso e promettendo prestazioni superiori e un codice più leggero.
Il prezzo da pagare? Sostanzialmente l’incompatibilità di tutto il vostro programma scritto con Angular JS 1, quindi non pensate ad una migrazione da fare con un copia-incolla!

State tranquilli però, pur rompendo la compatibilità con il passato, AngularJS 1.x non verrà probabilmente abbandonato molto presto, non fino a quando non ci sarà una grossa adozione da parte degli sviluppatori della nuova versione.

Per quelli che conoscono Angular 1, le differenze sono davvero tante, mentre per quelli che non lo conoscono spieghiamo in breve che cosa sia Angular e quali sono le sue applicazioni ideali.

Che cos’è Angular JS?

Abbiamo parlato di applicazione non a caso. AngularJS è infatti indirizzato alla realizzazione di applicazioni a pagina singola (Single Page Apps), siano esse Web App o destinate ai sistemi operativi mobili (vedremo prossimamente qualcosa di molto interessante).

AngularJS è un framework indirizzato alla realizzazione di SPA, Single Page Application, applicazioni che vivono all’interno di un unica pagina web e che dinamicamente carica la view richiesta senza dover ricaricare l’intera pagina. Questo si traduce in dinamicità e velocità di esecuzione e fruizione dei contenuti.
Il contesto all’interno del quale lavora AngularJS 1 è basato sul pattern MVC (model-view-controller), pattern che (spiegando molto brevemente) “isola” le componenti dell’applicazione in blocchi operativamente e concettualmente separati.

Il “data-binding” (molto semplicemente, la gestione dei dati) all’interno di una applicazione scritta con AngularJS è estremamente semplice e tramite ad esempio ai model ci permette di avere delle variabili da passare a Javascript immettendo i dati in un campo input, ma tutto questo senza la necessità di inviarli come fareste in un form HTML, questo permette di scrivere dati che sono aggiornati in tempo reale nel codice e allo stesso tempo permette di vedere cosa restituisce il codice in tempo reale nella view, questo è il “Two way data binding” di Angular.

Con questa “piccola” spiegazione abbiamo visto un piccolissima parte di cosa era e di ciò che ci consente di fare AngularJS.

Due importanti differenze fra la versione 1.x e la 2

AngularJs 1, attualmente in versione stabile alla 1.7, ci fa familiarizzare con Javascript puro, con $scope, Service, Direttive e Controller.

Con AngularJS 2 invece diamo spazio ai componenti tipici di TypeScript, il linguaggio di programmazione Open Source di Microsoft basasto su Javascript aderente allo standard ECMAScript 6, in particolar modo familiarizzeremo con la sintassi tipica di TypeScript, ad esempio con le Classi che andranno a gestire i nostri template.

Attualmente AngularJS 2 è in fase di beta ma anche se ancora non esiste una data certa per la Final Release, due sono le date alle quali dobbiamo guardare con fiducia, entrambe a Maggio:

  • La Ng-Conf che va dal 4 al 6;
  • Il Google I/O in programma tra il 18 e il 20.

 

Chiaramente il sito ufficiale di AngularJS è la prima risorsa alla quale fare riferimento. All’interno del portale infatti troverete tantissima documentazione e tutorial per la versione 1.x e il collegamento alla versione 2 per testare le potenzialità del nuovo framework.



Cerca

Seguici

Live da Facebook
Live da Twitter
Seguici su Telegram
Canale InsiDevCode Telegram
Google Plus