Linguaggio C – I Commenti e le Variabili

Benvenuti nel primo articolo sul linguaggio c, oggi iniziamo una serie di post dedicati al mondo della programmazione C.

Il C è un linguaggio di programmazione ad alto livello, in particolare è considerato il linguaggio di più basso livello tra quelli ad alto livello.

Esso è un linguaggio di programmazione compilato, cioè il codice sorgente deve essere trasformato in un programma eseguibile, questa fase viene svolta da un compilatore (nel nostro caso gcc).

Per compilare un programma con gcc basta aprire il terminale, andare nella cartella dove si trova il file da compilare e digitare:  gcc nomeFileSorgente.c -o nomeFileEseguibile

La prima cosa che voglio introdurre sono i commenti, questo perchè è di fondamentale importanza, per noi e per altri programmatori, avere un codice ben commentato. I commenti ci facilitano la comprensione del codice, anche se inizialmente non sarà difficile, questo perchè i nostri programmi saranno composti da poche righe di codice. Nel C ci sono due metodi per inserire i commenti:

  1. Il primo metodo consiste nel creare i commenti su una sola riga, per inserire un commento di questo tipo basta usare due slash //.
  2. Il secondo metodo è quello usato per commenti più lunghi e su più righe, per inserire un commento di questo tipo basta inserire il testo tra /* e */

Ecco un esempio sui due commenti visti in precedenza:

int main(){
	//questo è un commento su una sola riga
	/* questo è
	un commento su più
	righe*/
}

Dopo aver presentato i commenti passiamo ad un argomento di base molto importante, le variabili.

Le variabili sono dei contenitori che usiamo per contenere i nostri dati. Pensate ad un armadio con alcuni cassetti, nei cassetti inseriamo gli indumenti, quando dobbiamo vestirci andiamo nell’armadio e apriamo i cassetti, poi prendiamo l’indumento che dobbiamo indossare e richiudiamo il cassetto. Immaginate ora che i cassetti sono le nostre variabili e che gli indumenti sono i dati, quando dobbiamo usare dei dati nel nostro programma gli andiamo a prelevare dalle variabili, come se stiamo prelevando dei calzini da dentro al cassetto per usarli.

Le variabili possono essere costanti, interne ad una funzione o globali, le variabili costanti sono contenitori che non possono essere modificati dal programma, per esempio una costante può essere PI dove andiamo ad inserire il valore del Pi Greco, dichiariamo PI come costante perchè il valore in essa non cambia mai, tali variabili vengono dichiarate all’inizio del codice tramite la direttiva #define  e di norma i nomi delle variabili globali vengono scritti in maiuscolo per differenziarli dalle variabili normali:

#define VariabileProva VALORECOSTANTE //sto creando una variabile costante

int main(){

}

Le variabili interne  e quelle globali possono essere modificate dal programma, la differenza è che le variabili globali possono essere usate da tutte le funzioni del programma, mentre quelle interne possono essere usate solo dalle funzioni che le dichiarano:

int a; //dichiaro una variabile globale

int main(){
	int b; //dichiaro una variabile interna
}

void funzione(){
	int c; //dichiaro una variabile interna alla funzione

	/* In questa funzione posso usare sia la variabile globale a, che la variabile c. Non posso usare la variabile b perchè essa è dichiarata dentro il main e da questa funzione è come se non esiste */
}

Per ora non vi interessa capire cosa vuol dire void funzione(){} oppure int main(){} , ne parleremo nei prossimi post.

Facciamo il punto della situazione, abbiamo detto che le variabili sono dei contenitori, esse possono essere costanti,interne o globali. In più abbiamo detto che le costanti non possono essere modificate e che la differenza tra le variabili globali e quelle interne sta nella parte di codice che le può visualizzare o meno.

Concludiamo questa prima lezione qui, nel prossimo articolo parleremo ancora delle variabili e di cosa possono contenere. Per qualsiasi dubbio o problema non esitate a commentare….

Vi lascio segnalandovi alcuni libri sul linguaggio C:

  1. Linguaggio C
  2. Il linguaggio C. Fondamenti e tecniche di programmazione
  3. Il linguaggio C. Principi di programmazione e manuale di riferimento
  4. Esercizi di programmazione linguaggio C

Alla prossima…

Seguiteci anche su Facebook, Google Plus, Tumblr e Twitter, per restare sempre in contatto con noi e con le nostre guide.



Cerca

Seguici

Live da Facebook
Live da Twitter
Seguici su Telegram
Canale InsiDevCode Telegram