SEO, SEM, SMM: Continua evoluzione o rivoluzione?

Ho già presentato non molto tempo fa, sul mio blog cosa sono queste 3 parole che spopolano nel web, sopratutto negli ultimi anni, al seguito dell’avvento dei Social Network.

Riprendo in breve, nello spiegare per l’appunto questi 3 termini.

SEO (Search Engine Optimization): si tratta dello studio e dell’ottimizzazione dei termini di ricerca, in merito ai siti web, o meglio l’ottimizzazione dei siti web, per merito dei motori di ricerca (confuso eh?).
SEM (Search Engine Marketing): allo studio delle parole chiavi, si applica la “commercializzazione” nei motori di ricerca. Ovvero si raggiunge l’obiettivo desiderato mediante acquisto di pubblicità, attraverso i motori di ricerca (vedesi Google Adwords ad esempio).
SMM (Social Media Marketing): molto simile alla SEO, ma “specializzato” all’ambito dei Social Network, con un pizzico di SEM, si tratta della raggiunta degli obiettivi prefissati, mediante campagne di marketing appunto tramite i Social Network (Facebook, e ultimamente Twitter sono tra i più usati).

Dopo questa breve introduzione, nello spiegare i vari termini, bisogna arrivare al succo dell’articolo, ovvero il motivo per il quale stanno spopolando questi termini ultimamente. Insomma le ricerche di mercato sono sempre esistite, e internet ormai è a disposizione di una grossa fetta di pubblico già da svariati anni.

Sottolineando che si sta parlando del mercato esclusivamente italiano (e già, siamo sempre tra gli ultimi con l’innovazione), vien da dire che ci stiamo accorgendo delle potenzialità offerte dal mondo di internet, di tutte le sfacettature presenti in esso, della quantità di lavoro addizionale che ci può portare, con costi inferiori alla tradizionale pubblicità.

Chi si affida ai professionisti del web in genere sono i giovani, o le aziende pilotate da “menti giovani” (attenzione, si parla del modo di pensare dell’imprenditore, non dell’età dello stesso).
E pian piano, come dicevo qualche riga prima, anche l’imprenditore con mentalità più anziana inizia a capire che può solo guadagnarci, affacciandosi a questo nuovo mondo (per lui).

Il problema è quale professionista scegliere. E’ vero che si tratta di un mercato ancora giovane, sopratutto nel nostro territorio italiano. Ma in troppi rivendono questi servizi, e i più si spacciano per professionisti, pur non essendolo.

seo-sem-smm

seo-sem-smm

Dunque ci si potrebbe affidare a delle agenzie?
Non proprio. Non voglio screditare le agenzie, ma molto volte capita che assumano con tante promesse dei giovani che vogliono imparare, o che per l’appunto si spacciano come già “imparati”. Il problema è che il servizio offerto non è altamente qualitativo. Poi vi sono agenzie e agenzie (spero nessuno si offenda, ma la maggior parte delle agenzie e aziende funziona così ormai, il problema non è tanto assumere il nuovo arrivato, ma il non formarlo, e il buttarlo subito nel campo a lavorare, senza particolari conoscenze, o ancora peggio, senza nessuno conoscenza UTILE).
Dunqua a chi ci si potrebbe affidare?
Se ti senti sempre più confuso mi dispiace. E’ un pò divertente confondere le persone, è ciò che fanno i venditori di fuffa, ma torniamo alla realtà (si pure questa lo era, purtroppo si rivende molta fuffa). Meglio parlare allora di professionalità.
Bisognerebbe affidarsi a chi svolge questo lavoro già da tempo, e ha accumulato molta esperienza professionale valida!
Ormai tutti i freelancer hanno un loro sito vetrina, e in genere anche un blog curato. E nel loro sito vetrina sicuramente (si spera per loro) sarà presente un portfolio, per dimostrare il loro lavoro fatto (e fidatevi, in Italia sopratutto, chi è in regola deve sputare sangue e dare il massimo per farsi notare tra la folla, e per regalare soldi… Emh volevo dire, per pagare le tasse).

E si, ma così se mi affido a chi ha tanta professionalità non mi costerà un pò troppo?
Questa è una classica domanda, o modo di pensiero comune che gira ancora tra le menti più offuscate, penetrandole e non potendo più uscire da esse.
Potrei prendere un esempio di marketing che mi tocca profondamente, il mondo che gira attorno alla mela morsicata. Si Apple.
Mi chiederete ora cos’ho contro Apple. Nulla, c’è solo che ha creato una nuova moda, in tutte le fasce d’età è presente almeno un iPhone. O va molto di moda avere un MacBook super costoso. E certo, con quello posso starmene sicuro a lavorare. Ma io vi chiedo, avete confrontato altri dispositivi? Si può avere di meglio con meno della metà di ciò che avete speso.
Su via, dite la verità, la grossa percentuale di chi possiede un dispositivo della mela lo ha solo per fare il faigo! Non vi serve davvero! Photoshop gira su i pc, i programmi di mixaggio girano su pc, si può programmare benissimo con un catorcio di un pc! Comunque mi sto dilungando, spero di aver risolto questo dubbio almeno, e di aver raggirato e risposto in anticipo alla successiva domanda “ma mio nipote…”.
(E comunque no, non sono contro Apple, fa ottimi dispositivi, punta su ottime strategie di marketing. Invece sono contro chi li possiede per moda, poiché li sopravvaluta eccessivamente).

Proseguiamo, vi siete persi? Per fortuna che ho lasciato delle bricioline mentre scrivevo (si mi avete beccato, mangiavo un sandwich con fesa di tacchino e lattuga, molto buono!).
Quindi vi rallegro e riepilogo velocemente.
Ho spiegato a grandi linee cosa sono SEO, SEM e SMM. Una parte del “perché” sta sfociando proprio ora (per lo meno qua in Italia) e a chi dovreste affidarvi per avere ottimi risultati, con un budget adeguato.

Ah non ho parlato di budget? Scusatemi, era per via del caffè che stava finendo.

Dunque un budget adeguato. Non esiste, esiste il budget utile per raggiungere gli obiettivi prefissati per il tuo progetto. Possono essere poche centinaia di euro, fino a cifre con 3 o 4 zeri di media.
Potrebbe essere utile iniziare magari con una cifra “bassa”, per testare il campo, e farsi qualche idea. E poi da li decidere se conviene o meno, e farsi due conti.

E voi cosa ne pensate della tendenda del web marketing? Come andrà a finire il tutto?
Se avete qualche dubbio, domanda o consiglio non esitate a contattarmi in privato, o commentando qui sotto!

 

Seguiteci anche su Facebook, Google Plus, Tumblr e Twitter, per restare sempre in contatto con noi e con le nostre guide.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cerca

Seguici

Live da Facebook
Live da Twitter
Seguici su Telegram
Canale InsiDevCode Telegram