Personalizzare Linux con nuovi temi

Una caratteristica interessante di tutte le distribuzioni GNU/Linux è quella di poter essere completamente personalizzato nell’aspetto attraverso l’installazione di temi per il desktop ed i suoi componenti (gestore finestre ad esempio),ma anche delle icone e dei puntatori per il mouse.

Alcuni ambienti desktop (come XFCE, KDE e MATE) offrono già strumenti per la personalizzazione, altri (come GNOME e Unity) ricorrono invece a strumenti appositi (come il GNOME Tweak Tool e lo Unity Tweak Tool, disponibile pure nel software center di Ubutnu). I files relativi ai temi vanno però ospitati sul disco rigido in appositi percorsi, a seconda che si voglia rendere disponibile uno o più temi a tutti solo ad un determinato utente.

Personalizzare Linux con nuovi temi

I percorsi sull’hard disk da prendere in considerazione sono:

SFONDI PER LA SCRIVANIA

Per il singolo utente:
/home/nomeutente/.backgrounds

Per tutti gli utenti:
/usr/share/backgrounds

TEMI PER LE FINESTRE E INTERFACCE

I temi cambiano l’aspetto della decorazione delle finestre, mentre le interfacce in GTK consistono in temi per il toolkit delle stesse (bottoni nelle finestre di dialogo, campi per l’inserimento del testo, ecc. )

per il singolo utente:
/home/nomeutente/.themes

per tutti gli utenti:
/usr/share/themes

ICONE E PUNTATORI PER IL MOUSE

Condividono lo stesso percorso, cioè:

Installazione per il singolo utente
/home/nomeutente/.icons

Per tutti gli utenti:
/usr/share/icons

CARATTERI

Installazione per il singolo utente:
/home/nomeutente/.fonts

installazione per tutti gli utenti:
/usr/share/fonts

Una volta copiati i files quindi potremmo utilizzarli con gli appositi tools; riguardo gli sfondi per la scrivania il percorso non è obbligatorio, potrete scegliere qualunque altra immagina in qualunque altra carterlla, se cancellerete peròil file sparirà anche il fondino scelto perchè il sistema operativo non troverà più il file.

I temi sono generalmente reperibili su internet (Deviantart è un’ottima fonte di materiale realizzato dagli utenti per gli utenti) o anche le pagine dedicate ai vari ambienti desktop nell’ambito del progetto Open Desktop; per Ubuntu col servizio Launchpad mette a disposizione diversi repositories (tramite il sistema degli PPA ossia Personal Package Archive) diversi tempi. Alcuni esempi di buone fonti di approvvigionamento temi sono:

GNOME Look.org
MATE Look.org
KDE Look.org
XFCE Look.org
BOX Look.org
Customize.org

Conclusione:

Eccoci giunti alla fine del nostro cammino alla scoperta del come poter personalizzare Linux nella grafica, adesso la palla passa a voi. Nel mentre noi restiamo a vostra disposizione e non solo aspettiamo le vostre impressioni nei commenti qui sotto. Se avete già utilizzato e provato altri tool oppure altre strategie per personalizzare Linux, non esitate a segnalarcelo qui sotto.

Noi per il momento vi fermiamo qui e vi diamo appuntamento alla prossima puntata dedicata alle prossime guide dedicate al mondo GNU/Linux, mondo Ubuntu, mondo Fedora, mondo Debian e non solo. Come al solito aspettiamo le vostre impressioni nei commenti qui sotto.

Libri utili:

  1. Amministrare Gnu/Linux – Quarta Edizione
  2. Linux Server per l’amministratore di rete. Per Ubuntu, CentOS e Fedora
  3. Linux. Guida pocket
  4. Imparare Linux in 5 giorni

Seguiteci anche su Facebook, Google Plus, Tumblr, Twitter e Telegram, per restare sempre in contatto con noi e con le nostre guide.



Cerca

Seguici

Live da Facebook
Live da Twitter
Seguici su Telegram
Canale InsiDevCode Telegram