Come personalizzare Elementary OS 0.4 “Loki”

Elementary OS (abbreviato in eOS) offre una interfaccia grafica  pulita ed elegante, tuttavia non offre strumenti out of the box per la personalizzazione del sistema, inoltre è mancante di alcuni pacchetti che potrebbero rendere più comoda la fruizione del sistema operativo. In questa mini guida alcuni consigli in tal senso, quindi mettetevi comodi e andiamo a scoprire insieme come personalizzare al meglio la distro GNU/Linux Elementary OS 0.4.

personalizzare elementary OS 0.4

1) Installare un browser web alternativo

A partire da questa versione, la distribuzione non usa più Midori, bensì web (il nuovo nome di Epiphany), il browser ufficiale di GNOME; si può procedere o utilizzando il programma di gestore pacchetti AppCenter, (appositamente realizzato dalla distribuzione  e che ne gestisce anche gli aggiornamenti) oppure il terminale, ad esempio per installare Firefox:

sudo apt install firefox

2) Installare riproduttore flash

Se utilizzate Google Chrome esso includerà già un riproduttore flash, cosa che Firefox e Chromium non includono. Elementary OS fornisce nei propri repositories  il Pepper Flash Player. Se lo desiderate potrete istallare da terminale:

sudo apt install pepperflashplugin-nonfree

se invece desideriate installare quello della adobe – corrispondente al pacchetto adobe-flashplugin – andate al punto 9), poichè esso è incluso nel pacchetto ubuntu-restricted-extra.

3) Utilizzare il tasto super L (tasto win) per aprire il menù slingshot

Di default, eOS ustilizza la combinazione tasto win + spazio, per utilizzare solo il super l, possiamo impostarlo con gsettings come segue:

gsettings set org.gnome.mutter overlay-key "'Super_L'"
gsettings set org.pantheon.desktop.gala.behavior overlay-action "'wingpanel --toggle-indicator=app-launcher'"

4) Cambiare i colori nell’emulatore di terminale

dato che il programma non offre opzione alcuna, si può utilizzare  dconf/gsettings  digitando nel terminale ad esempio:

gsettings set org.pantheon.terminal.settings foreground "#838394949696"
gsettings set org.pantheon.terminal.settings background "#00002B2B3636"
gsettings set org.pantheon.terminal.settings cursor-color "#838394949696"

Il valore compreso tra le virgolette e preceduto dal cancelletto sono i codici dei colori in formato HTML, vedere per alcuni esempi qui.
per far si che le impostazioni nella finestra corrente vengano trasportate nelle successive::

gsettings set org.pantheon.terminal.settings follow-last-tab "true"

5) Utilizzare doppio click del mouse per aprire i files

Il gestore dei file nella distribuzione chiamato Files utilizza di default un singolo click; per utilizzare il doppio utilizzare dconf/gsettings nel terminale come segue:

gsettings set org.pantheon.files.preferences single-click false

6) Aggiungere “Apri come amministratore al menu contestuale

Per rendere utilizzabile con Files questa funzione, bisognerà modificare (coi permessi di root) alcuni files a seconda delle funzioni desiderate, ad esempio modificando il file /usr/share/contractor/file-runasroot.contract

ed inserendo:

[Contractor Entry]
Name=Run Executable as Administrator
Icon=pantheon-files
Description=Run Executable as Administrator
MimeType=application/x-executable;
Exec=gksu %U
Gettext-Domain=pantheon-files


Apparirà una voce che ci consentirà di eseguire l’oggetto selezionato coi privilegi di root. Per aprire un file di testo con scratch il file da modificare è:

/usr/share/contractor/textfile-openasroot.contract

ed incollare dentro il seguente testo:

[Contractor Entry]
Name=Open file as Administrator with Scratch
Icon=scratch-text-editor
Description=Open file as root with Scratch editor
MimeType=text
Exec=gksu scratch-text-editor %U
Gettext-Domain=scratch-text-editor

Per aprire una nuova finestra – sempre come root – i file di testo  è:

/usr/share/contractor/folder-openasroot.contract/

il testo da aggiungere è:

[Contractor Entry]
Name=New Window As Administrator
Icon=pantheon-files
Description=Open current folder as root privilege
MimeType=inode;
# Exec=gksu pantheon-files %U
Exec=pantheon-files-pkexec
Gettext-Domain=pantheon-files

Nota: se non è installato gksu,  bisognerà farlo, in alternativa è possibile utilizzare il comando su

7) Inserire il cestino nella dock di sistema

eOS utilizza una versione basica di Plank che di default non presenta alcun collegamento per accedere alle impostazioni, per farlo bisognerà posizionarsi col mouse sulla dock premere ctrl + tasto destro del mouse, oppure si apre un terminale e si digita:

plank --preferences

Dopodichè bisognerà andare nelle impostazioni della dock, trascinare l’icona del cestino dalla scheda docklets

8) Abilitare il supporto ai PPA Launcpad

Purtroppo in Loki manca, per abilitarlo si può istallare
sudo apt install software-properties-common software-properties-gtk

Utile anche perchè elementary os usa un proprio repository per il software, quindi quello che è disponibile per ubuntu non è detto che lo sia per eOS.

9) Installare “Elementary Tweaks”

Strumento non ufficiale per la personalizzazione della distribuzione, che consente di utilizzare nuovi temi (se li avete precedentemente installati), e modificare alcuni aspetti del desktop; per la 0.4 è stato creato un nuovo PPA, che installeremo digitando:

sudo add-apt-repository ppa:philip.scott/elementary-tweaks
sudo apt update
sudo apt install elementary-tweaks

10) Installare codec per formati proprietari

Se non lo avete fatto durante l’installazione, e se lo desideriate, si possono installare da terminale, alcuni esempi:

sudo apt install ubuntu-restricted-extras
sudo apt install libdvd-pkg
sudo apt install gstreamer0.10-plugins

Nota: il pacchetto ubuntu-restricted-extras  include anche ttf-mscorefonts-installer

11) Installare plug-in per il gestore archivi compressi

Per permettere al programma di operare con altri formati. per esempio:

sudo apt install rar unrar p7zip-full

(nota: se avete installato il pacchetto ubuntu-restricted-extras questi saranno già installati automaticamente)

12) Installare pacchetti per gestire cellulari Android e/o IPhone:

Per i primi

sudo apt install mtpfs mtp-tools

per i secondi

sudo apt install ipheth-utils ideviceinstaller ifuse

13) Installare interfaccia grafica per Uncomplicated Firewall:

Un programma firewall installato di default, se si vuole anche una interfaccia grafica digitare

sudo apt install gufw

Infine, è bene ricordare che la distribuzione non permette ancora di fare un avanzamento di versione, pertanto per passare a duna versione più recente sarà obbligatorio installare la più recente eliminando la precedente.

Conclusione:

Eccoci giunti alla fine del nostro cammino alla scoperta del come poter personalizzare Elementary OS 0.4 nella grafica e non solo, adesso la palla passa a voi. Nel mentre noi restiamo a vostra disposizione e non solo aspettiamo le vostre impressioni nei commenti qui sotto. Se avete già utilizzato e provato altri tool oppure altre strategie per personalizzare la distro GNU/LinuxElementary OS 0.4 , non esitate a segnalarcelo qui sotto.

Noi per il momento vi fermiamo qui e vi diamo appuntamento alla prossima puntata dedicata alle prossime guide dedicate al mondo GNU/Linux, mondo Ubuntu, mondo Fedora, mondo Debian e non solo. Come al solito aspettiamo le vostre impressioni nei commenti qui sotto.

Libri utili:

  1. Amministrare Gnu/Linux – Quarta Edizione
  2. Linux Server per l’amministratore di rete. Per Ubuntu, CentOS e Fedora
  3. Linux. Guida pocket
  4. Imparare Linux in 5 giorni

Seguiteci anche su Facebook, Google Plus, Tumblr, Twitter e Telegram, per restare sempre in contatto con noi e con le nostre guide.



Cerca

Seguici

Live da Facebook
Live da Twitter
Seguici su Telegram
Canale InsiDevCode Telegram