Le REST API di WordPress

Le Rest API sono una delle novità più interessanti dei recenti rilasci di WordPress assieme a Gutenberg, una novità legata all’uscita della versione 4.7 del popolare CMS.
Non sai di cosa sto parlando? In questo caso ti spiego cosa sono le REST API e come puoi sfruttarle, ma prima di iniziare ti consiglio di leggere l’articolo dedicato al formato JSON, perché ci tornerà utile durante la lettura di questo articolo.

Partiamo dalle basi, cosa sono le API?

Le API rappresentano un set di istruzioni disponibili per poter dialogare con un determinato programma. Ci permettono di interagire con esso e modificarne il comportamento, ottenere delle informazioni e aggiungere dei dati.

Con REpresentational State Transfer (REST) facciamo riferimento ad un tipo di Web Service che si occupa di rappresentare e inviare/ricevere dei dati.

Con quale formato vengono scambiati i dati?

JSON può essere il formato utilizzato da un web service RestFul per l’interscambio dei dati, esattamente come potrebbe essere usato l’XML ma generalmente per la sua leggerezza, semplicità e portabilità si preferisce utilizzare il primo.

WordPress dalla versione 4.7 ha attivato di default le REST API per permettere lo scambio di dati tra la piattaforma e un client, il tutto appoggiandosi all’HTTP, sfruttando i metodi propri dell’HyperText Transfer Protocol come GET, POST, PUT e DELETE.

Partiamo dalla più semplice delle cose da fare sfruttando le REST API di WordPress.

Se ci rechiamo all’indirizzo http://www.insidevcode.eu/wp-json/wp/v2/posts/ quello che otterremo in risposta è l’elenco dei post di InsiDevCode in formato JSON.
Bello vero? Abbiamo appena sfruttato le REST API di WordPress e siamo pronti per poterci addentrare ancora di più.
Per poter accedere unicamente all’ultimo articolo scritto di cui grazie al primo esempio abbiamo ottenuto l’id ci basterà modificare il link in http://www.insidevcode.eu/wp-json/wp/v2/posts/3765 dove appunto 3765 è l’id del post.

Non finisce certamente qui. Ci sono tantissimi altri dati che possiamo gestire, per una lista completa ti rimando al manuale.

In quali contesti possiamo sfruttare le REST API?

Lo so, lo so, ti starai chiedendo che cosa puoi fare con queste API.
Possiamo scrivere applicazioni desktop, bot per i client di messaggistica, applicazioni per e-commerce.
Le possibilità di sviluppo sono pressoché infinite.

Come sempre, se hai qualche dubbio o qualche considerazione da fare lo spazio dei commenti è a tua disposizione.

Seguiteci anche su Facebook, Google Plus, Tumblr, Twitter e Telegram, per restare sempre in contatto con noi e con le nostre guide.

Informatico per scelta, tecnico per necessità, è un Programmatore, Web Developer e Blogger nato a Cagliari. Nel 2006 inizia la sua lunga storia d’amore (e di odio) con il mondo Open Source e GNU/Linux. Amante della programmazione spazia dall’HTML al CSS, passando tra gli altri da Javascript a Python. Scrive per Insidevcode con l'intenzione di far avvicinare i più curiosi al mondo della programmazione.


Cerca

Seguici

Live da Facebook
Live da Twitter
Seguici su Telegram
Canale InsiDevCode Telegram
Google Plus

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi